Muzakiller Foundation Round Table

Temi e discussioni dall'industrial culture fino a chi sa dove. Dedicato ai membri della Muzakiller Foundation e a chi li ama e li odia.

15 luglio, 2006

muzak02

rakna01

muzak01

av04

av03

av02

07 novembre, 2005

Due segnalazioni a contrasto

Avete presente l'America di oggi? Vi piace? Beh, tenetevi per voi la risposta e ora chiedetevi: e l'ideologia neocon/teocon? Dopo aver risposto alla seconda domanda...

Se non amate i neocon/teocon, potrete godervi Manderlay di Lars Von Trier che è appena uscito; il seguito di Dogville questa volta c'è di mezzo l'abolizionismo, pilastro fondante della democrazia U.S.A. Noi della redazione di NLS non l'abbiamo ancora visto, ma ci ripromettiamo di vederlo al più presto.

Se invece amate i neocon/teocon, potrete seguire il consiglio di Avon Tohr che gentilmente ci segnala un'uscita editoriale: Winning the FutureA 21st Century Contract with America, il nuovo libro di Newt Gingrich.

A ciascuno il suo.
E tanti cari saluti.

04 ottobre, 2005

PRANZO NORDICO




Una magistrale testimonianza dell'innovativo talento gastronomico dell'impagabile Avon Tohr
(originariamente pubblicato in Muzakiller Foundation: Melioribus Annis, CDr, 2003 - tutti i diritti riservati)


Come organizzare un pranzo nordico
Prendere dei bastoncini di pesce surgelati e friggerli secondo la ricetta classica, ma disponendoli sulla padella a formare delle rune.Si veda l'esempio illustrato in figura 1.



Ben riconoscibili le figure delle rune Elhaz e Tiwaz.Naturalmente con opportune combinazioni di pezzi di cibo è possibile comporre qualsiasi altra lettera dell'antico alfabeto. I bastoncini di pesce che si trovano comunemente nei mercati si prestano particolarmente allo scopo per via della forma e perché sono nordici essi stessi.Naturalmente, si consiglia di servire in tavola direttamente nella padella, accompagnando il pranzo con del neofolk come Tafelmusik.

27 settembre, 2005

F.A.S.T.T. è rimasto folgorato, come senza dubbio molti altri adelphiani affezionati, da questo passo di René Daumal:


"Sono morto perché non ho il desiderio, non ho desiderio perché credo di possedere, credo di possedere perché non cerco di dare. Cercando di dare, si vede che non si ha niente, vedendo che non si ha niente, si cerca di dare se stessi, cercando di dare se stessi, si vede che non si è niente, vedendo che non si è niente, si desidera divenire, desiderando divenire, si vive."

(questa traduzione italiana si trova in R. Daumal, Il lavoro su di sé, Adelphi 1998).
Lui dice che è stato l'ispirazione per il suo ultimo scritto, pubblicato qui giorni fa. A me sembra che il tono sia completamente diverso. Quello di Daumal è un discorso serio.

21 settembre, 2005


Avon Tohr, come molti di voi sapranno, ha aderito da tempo all'ideologia neo-con. Questo lo rende il più controverso e disallineato di tutti i membri della MKF (disallineato rispetto al mondo underground, alle correnti culturali che una volta si definivano "alternative"). Personalmente mi dissocio, ma non per questo rinuncio a dare spazio al suo lavoro. Avon è e resterà fin che lo vorrà un membro ufficiale a tutti gli effetti della Foundation. Ed ecco dunque il suo nuovo "lavoro", che si commenta da sé. E che, quindi, evito di commentare. Enjoy, if you like.

16 settembre, 2005


Ed ecco per la prima volta un'immagine!
E' di Bloodlamb e costituisce la seconda anticipazione sul prossimo cd-extra della MuzaKiller Foundation: Amor vacui
ENJOY!

06 settembre, 2005

Ho trovato questa citazione in rete e beh Cioran è senz'altro uno dei punti di riferimento di alcuni membri della Foundation anche se nulla ha a che vedere con l'industrial culture. La quale però ha forse molto a che vedere con queste frasi:
"Annientare con le parole offre un senso di potenza e lusinga qualcosa di oscuro in noi. Non è erigendo, è polverizzando che possiamo intuire la segreta soddisfazione di un dio." (E.M. Cioran)